• Una compagnia dell'acqua olandese cessa i rapporti con la Mekorot seguendo i consigli del governo

    Comunicato del Comitato Nazionale Palestinese del BDS Il Comitato Nazionale Palestinese del BDS (BNC), la più ampia coalizione della società civile palestinese, applaude la Vitens, il più ampio fornitore di Read More
  • Un crescendo di boicottaggi sta conducendo Israele all’isolamento internazionale

    Attivisti e diplomatici occidentali stanno facendo fuoco contro gli insediamenti di Israele nei Territori palestinesi e, se i colloqui di pace fallissero, la pioggia di boicottaggi e sanzioni potrebbe trasformarsi Read More
  • Roger Waters sulla musica, il ruolo politico degli artisti ed il suo impegno per la Palestina

    La musica, il ruolo politico degli artisti ed il suo attivismo per la giustizia nel mondo, compresa la Palestina.  Frank Barat*: Quando hai preso la decisione di rendere così politico Read More
  • La conferenza sulla storia orale all’Università Ebraica a Gerusalemme subisce due forti colpi

    Comunicato della Campagna per il boicottaggio della Conferenza sulla storia orale all'Università Ebraica di Gerusalemme Siamo lieti di annunciare che la “Conferenza internazionale sulla storia orale” prevista per giugno 2014 e Read More
  • Al Haq: Fondati motivi per ritenere Pizzarotti & C. SpA responsabile di crimini di guerra

    L’organizzazione palestinese per i diritti umani Al Haq ha pubblicato un parere legale sul coinvolgimento della Pizzarotti & C. SpA nella costruzione del treno ad alta velocità Tel Aviv – Gerusalemme Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

BDS Italia

Condividi

Settimana Internazionale Contro Mekorot: 22-30 marzo 2014
Diciamo NO all’Apartheid dell’acqua. Mobilitiamoci per la giustizia dell’acqua!

Mekorot è la società idrica di proprietà dello Stato di Israele responsabile dell'attuazione dell'apartheid dell'acqua nei confronti del popolo palestinese, in cui si inscrivono anche il crimine internazionale di saccheggio delle risorse naturali nei territori occupati, la discriminazione contro il popolo palestinese come gruppo etnico e il sostegno vitale per il sistema degli insediamenti illegali. Nel 2005, Mekorot ha istituito una divisione dell'azienda per avviare un processo di espansione a livello internazionale.[1] Diversi lucrosi contratti sono stati firmati in paesi come gli Stati Uniti, Cipro, Argentina, India e Uganda.[2] In Grecia Mekorot è in gara per avere una quota nelle privatizzazioni del governo.[3] Accordi di cooperazione sono stati firmati in Brasile, Portogallo e Italia.

Le forze della società civile sono indignate contro i loro governi che chiudono un occhio sul coinvolgimento di Mekorot nelle violazioni del diritto internazionale e dei diritti umani ed anzi la premiano con l’approccio “gli affari sono affari”. Sono state lanciate campagne per cacciare Mekorot da Argentina, Italia, Grecia e Portogallo. In Argentina, gli attivisti hanno recentemente annunciato che sono riusciti a far sospendere la costruzione di un impianto per il trattamento dell'acqua da 170 milioni di dollari - un progetto che avrebbe non solo finanziato l’apartheid dell'acqua in Palestina, ma l’avrebbe pure esportata trasformando l'accesso all'acqua a Buenos Aires da un diritto umano ad un lusso per i benestanti. Vitens, il più grande fornitore di acqua in Olanda, ha interrotto un contratto con Mekorot, pochi giorni dopo averlo firmato, a causa del coinvolgimento della Mekorot nella violazione del diritto internazionale.[4] Lilianne Ploumen, il ministro olandese per il commercio estero e lo sviluppo della cooperazione, ha annullato un incontro con i funzionari della Mekorot per le stesse ragioni.[5]

Nel mondo sta crescendo il movimento globale per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS). Ora è il momento di intensificare la pressione sulle autorità pubbliche per escludere Mekorot dagli appalti pubblici e renderla responsabile di apartheid dell'acqua. Partecipa alla Prima Settimana Internazionale Contro Mekorot dal 22 marzo 2014, Giornata Mondiale dell'Acqua, al 30 marzo 2014, quando i palestinesi ricordano la Giornata della Terra.

Leggi tutto: 22-30 marzo: Settimana Internazionale Contro Mekorot, NO all’Apartheid dell’acqua!

Condividi

La settimana dell’Apartheid israeliana (IAW) cerca di diffondere informazioni sulle politiche di apartheid di Israele nei confronti dei palestinesi e di allargare il supporto alla campagna Boicottaggio, Disinvestimenti, Sanzioni (BDS). Mobilitando a livello globale tutte le realtà di base che si oppongono all’aggressione politica e militare israeliana, l’IAW si è svolta in oltre 200 luoghi nel 2012 e oltre 150 città nel 2013.

Decima Israeli Apartheid Week – #apartheidweek

Italia: 10-16 marzo

Eventi in programma a Bologna, Cagliari, Firenze, Milano, Roma, Trieste, Venezia e altre città italiane.

Leggi tutto: Israeli Apartheid Week 2014 - Settimana contro l'Apartheid israeliana

Condividi

BDS Italia lancia "Fields of Tomorrow? Fields of Apartheid!", il concorso di video parodie per smascherare il vero volto di Israele a Expo 2015

Nel video di presentazione del proprio padiglione a Expo 2015, Israele ha superato se stesso nel mostrare un’immagine che non potrebbe essere più lontana dalla realtà. La bella Moran Atias ci racconta di “120 anni (!) di ricerca agricola” e “invenzioni che hanno fatto sì che ci sia cibo sul tavolo di milioni di persone in tutto il mondo”.

Intitolato Fields of Tomorrow, il padiglione di 2.370 mq, confinante con il padiglione Italia (non poteva essere altrove…), comprenderà un muro (non poteva mancare…) con piante coltivate in verticale e vuole dimostrare che Israele è all’avanguardia nel settore dell’agricoltura e nella gestione dell’acqua.

Leggi tutto: Fields of Tomorrow? Fields of Apartheid! Concorso di video parodie su Israele a Expo 2015

Condividi

ROMA: 29-30-31 GENNAIO 2014

TRE GIORNI PER L’ACQUA PUBBLICA
CONTRO L’ACCORDO ACEA-MEKOROT

PRESIDIO PERMANENTE

MERCOLEDÌ 29 ORE 17 sotto la presidenza della Regione

via Rosa Raimondi Garibaldi, 7
Apertura presidio "Per l'acqua pubblica e i beni comuni"

ore 17.00 - Interventi di comitati e amministratori
ore 18.00 - Apertura punto ristoro
ore 19.00 - Musica con:
Rastablanco (Radici nel Cemento)
Samba Social Club

GIOVEDÌ 30 ORE 10 all’ACEA – p.le Ostiense, 2

ore 10.00 - Presidio sotto Acea
piazzale Ostiense, 2
NO ALL’ACCORDO ACEA-MEKOROT

NESSUN ACCORDO CON CHI RUBA L’ACQUA IN PALESTINA,
CON CHI NEGA IL DIRITTO FONDAMENTALE ALL’ACQUA.
di seguito l'appello per il presidio, firmate la petizione: http://tinyurl.com/no-acea-mekorot

Sotto la presidenza della Regione
via Rosa Raimondi Garibaldi, 7
ore 16.00 - Arrivo delle delegazioni territoriali
ore 17.00 - Presentazione e dibattito su vertenze territoriali (Arsenico, depurazione, etc...)
ore 16.00 - Arrivo delle delegazioni territoriali
ore 17.00 - Presentazione e dibattito su vertenze territoriali (Arsenico, depurazione, etc...)

VENERDÌ 31 dalle 10 alle 19 alla presidenza della Regione

via Rosa Raimondi Garibaldi, 7
ore 10.00 - Comunicazione (volantinaggi, striscionate, etc...)
ore 17.00 - Assemblea pubblica in difesa dei territori

INSIEME A CHI DIFENDE I BENI COMUNI PER DIRE

ACQUA PUBBLICA, SÌ
MA ANCHE LIBERA E PULITA

Firmate la petizione: http://chn.ge/1jmWN8X

Comitato NO Accordo Acea Mekorot
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto: Roma: 29-30-31.01, Tre giorni per l'acqua pubblica, contro l'accordo Acea Mekorot

Condividi

La Coalizione Italiana Stop That Train chiede al governo italiano di scoraggiare le imprese italiane che operano in violazione del diritto internazionale, seguendo l’esempio di altri paesi europei

Il 27 dicembre il Consiglio comunale di Villar Focchiardo (TO) ha approvato all’unanimità una delibera che condanna la Pizzarotti & Co S.p.A. di Parma per il suo coinvolgimento nella ferrovia ad altra velocità israeliana che attraversa la Cisgiordania occupata. La TAV israeliana, che dovrebbe collegare Tel Aviv a Gerusalemme, taglia per 6,5 km i Territori palestinesi occupati in palese violazione del diritto internazionale, comportando la confisca di terre palestinesi e il saccheggio di beni appartenenti al territorio occupato per la costruzione di una linea ferroviaria ad uso quasi esclusivo dei cittadini israeliani.

Villar Focchiardo diventa così la sesta amministrazione locale ad approvare una tale delibera.[1] Il significato della misura è forte dato che il comune si trova in Val Susa, dove va avanti da 20 anni la lotta popolare contro la costruzione di una TAV attraverso la vallata. Nell’ottobre del 2013, una delegazione No Tav si è recata nei Territori palestinesi occupati dove ha potuto costatare come la sottrazione continua di terre palestinesi è strumentale allo “spezzettare il territorio”.[2]

Leggi tutto: Comune in Val Susa condanna Pizzarotti per il suo coinvolgimento nella TAV israeliana che...

Altri articoli...

  1. ‘Evento storico’: accademici statunitensi si schierano con i palestinesi nel boicottaggio di Israele
  2. "Ho annullato il mio concerto a Tel Aviv". Moddi decide di non andare in Israele
  3. Un crescendo di boicottaggi sta conducendo Israele all’isolamento internazionale
  4. La conferenza sulla storia orale all’Università Ebraica a Gerusalemme subisce due forti colpi

Pagina 1 di 8

BDS Italia su Facebook

bdsitalia Sciopero della fame di massa lanciato da palestinesi in "detenzione amministrativa" israeliana http://t.co/h1vQTKyIYX via @Addameer
2hreplyretweetfavorite
bdsitalia RT @stephinrome: Mass hunger-strike launched by Palestinians held under Israeli ‘Administrative Detention’ http://t.co/7UfzDb9LX5 via @Adda
2hreplyretweetfavorite
bdsitalia Se potessi vedere il loro sport nazionale...FIRMA la petizione: Fuori #Israele dalla #FIFA: http://t.co/bG7RaM8JJr http://t.co/z45EgJXgVD
5hreplyretweetfavorite

Tags

Il Movimento BDS

PACBI

BDS in Israele

Il Movimento BDS